Belarus Daily | 24 feb

Il 200° giorno di proteste in Bielorussia; Tikhanovskaya ha definito Lukashenko una persona furba e crudele; Latushko ha commentato l’incontro tra Putin e Lukashenko; è apparso il video dei pestaggi da parte delle forze dell’ordine in un negozio

24 febbraio 2021 | BYHelp-Mediagroup
200th day of protests in Belarus
Il 24 febbraio è il duecentesimo giorno di proteste in Bielorussia. Una bandiera fatta di guardrail, realizzata dai partecipanti ad una marcia di protesta nell’agosto 2020.
Source: facebook.com/Klim Khaletski

Tikhanovskaya su Lukashenko: «È furbo, severo e crudele. Avevo confidato nella sua umanità fino all’ultimo»

Svetlana Tikhanovskaya ha rilasciato un’intervista al giornalista ucraino Dmitry Gordon.

Secondo Tikhanovskaya, alle elezioni lei aveva preso circa il 75% dei voti: «Ci basiamo sui risultati rilevati attraverso una votazione alternativa». «Lukashenko ha perso da tempo il legame con i bielorussi, ha sottovalutato la gente e ha sopravvalutato se stesso».

«Le proteste in Bielorussia non si sono smorzate, sono cambiati lo scenario e la forma, ma lo spirito di protesta non se n’è andato. La gente continua comunque a uscire, lottare e auto-organizzarsi. Questo è un periodo di partigianeria» dice Tikhanovskaya. Secondo lei, in primavera le proteste riprenderanno di nuovo.

Ha commentato anche la reazione dell’Occidente alla situazione in Bielorussia, asserendo che i Paesi occidentali sono stati lenti a partire.

Alla domanda di cosa pensa di Putin, Tikhanovskaya ha risposto «Giudico le persone dalle loro azioni. Il fatto che abbia sostenuto Lukashenko equivale all’aver sostenuto la violenza contro i bielorussi».

Tikhanovskaya ha affermato che per lei la Crimea e il Donbass fanno parte dell’Ucraina. Secondo la sua opinione, la Russia ha commesso un errore rovinando i rapporti tra russi e ucraini.

«Nonostante tutto l’orrore che sta avvenendo, mi rendo conto di vivere un momento storico. Dentro di me sono ormai pronta, probabilmente, a qualunque cosa: sia all’arresto che ad altre conseguenze».

Sviatlana Tsikhanouskaya gave an interview to Ukrainian journalist Dmitry Gordon
Source: TUT.BY

Pavel Latushko ha commentato l’incontro tra Lukashenko e Putin: «La cosa principale è che non hanno detto una sola parola alla gente di quello che hanno deciso»

«Dobbiamo semplicemente riconoscere una cosa: decidono il destino del popolo bielorusso, ma non dicono una sola parola al popolo bielorusso di quello che concordano, di quali decisioni prendono e di quali piani fanno. Lukashenko dimostra ancora una volta ai bielorussi che per lui siamo degli schiavi, semplicemente plebe, con la quale non serve condividere i propri piani e le decisioni, perché egli non si ritiene solo il sovrano della terra bielorussa, ma un prescelto divino che non deve rendere conto a nessuno» afferma Pavel Latushko nella sua dichiarazione.

Pavel Latushka
Pavel Latushko.
Source: t.me/belsat

Crudeltà immotivata: pubblicato il video delle azioni delle forze dell’ordine dell’11 agosto in un negozio in via Prytytskaha

È apparso un video completo di quello che è accaduto nel negozio «Almi» in via Prytytskaha l’11 agosto 2020, quando le forze dell’ordine vi hanno fatto irruzione.

Il video mostra come gli agenti delle forze dell’ordine fanno irruzione nel negozio, l’entrata del quale era stata chiusa dalle guardie di sicurezza, e iniziano a picchiare coloro che si trovavano all’interno e stavano osservando quello che stava succedendo. In seguito, alcuni uomini vengono gettati a terra, trascinati per le mani e portati con la forza fuori dal negozio. Gli agenti delle forze dell’ordine hanno picchiato persone anche all’interno della cucina del negozio. Secondo testimoni oculari, all’interno del negozio in quel momento c’erano principalmente donne e ragazze.

Alcuni dipinti sono stati rimossi da una mostra a Hrodna a causa dei colori rosso e bianco

Il 12 febbraio è stata inaugurata la mostra personale dell’artista di Minsk Nadia Buka presso il centro commerciale Kazzarma Mall di Hrodna. Qui sono esposti disegni e tele (56 dipinti) e circa 20 illustrazioni. Ma il 23 febbraio sei dipinti, che contenevano combinazioni di colori rosso e bianco, sono stati rimossi dalla mostra.

Nadia Buka
Source: facebook.com/Nadia Buka

For more information on the events of 24 February 2021, please visit Infocenter Free Belarus 2020.