Bielorussia | 32a settimana di proteste (15–21 marzo)

Non c’è tempo per rimanere in disparte quando il voto di tutti conta

21 marzo 2021 | BYHelp-Mediagroup
Source: Voice of Belarus

Attivate i sottotitoli nella vostra lingua nelle impostazioni del video.

È giunto il momento in cui tutti dovranno fare una scelta ed il voto di tutti è importante. Lo hanno capito i preti, che hanno invitato i colleghi a non tenersi alla larga da quanto sta accadendo nel Paese.

Lo sente Lukashenko, che sta cercando con tutte le sue forze di insistere sul fatto che le elezioni ormai si siano svolte e che i risultati annunciati dovrebbero essere dati per scontati.

Svetlana Tikhanovskaya insiste su questo. Ha invitato i bielorussi a sostenere la sua idea di negoziati pacifici attraverso il voto su Internet.

Ma chi è dalla parte di chi – Dio e il diavolo – lo vedremo ancora una volta quando nella festa nazionale della Giornata della Libertà, il 25 marzo, le autorità mostreranno ancora una volta la loro vera natura.

Il 19 marzo è il 15° anniversario di «Ploshcha 2006», un evento importante nella storia delle proteste della Bielorussia, quando i bielorussi insoddisfatti delle elezioni falsificate si sono riuniti nella piazza nel centro di Minsk e sono rimasti lì per 4 giorni, e il 25 marzo, la Giornata della Libertà, sono andati a Okrestina per liberare i prigionieri politici.

#belarus2020
#StandWithBelarus
#FreeBelarus

Iscrivetevi al canale YouTube di Voice of Belarus.